Domanda di rimborso IVA estera anno 2016

Domanda di rimborso IVA estera anno 2016

1 maggio 2017

Come ogni anno siamo a ricordarvi che le Direttive 2008/9/UE e 2008/8/UE, e relative attuazioni da parte delle Autorità fiscali locali,  disciplinano la possibilità, per le imprese che sostengono costi nei paesi aderenti la Comunità Europea, di recuperare l’IVA pagata a fornitori esteri su acquisti di prodotti e servizi, con la presentazione di domande di rimborso, inoltrate ai Ministeri Esteri. E’ inoltre possibile recuperare l’IVA pagata anche a fornitori di: SvizzeraNorvegia e Principato di Monaco, grazie ad accordi di reciprocità.

Scadenza presentazione domande rimborso IVA 2016

Come ogni anno siamo a ricordarvi che le Direttive 2008/9/UE e 2008/8/UE, e relative attuazioni da parte delle Autorità fiscali locali,  disciplinano la possibilità, per le imprese che sostengono costi nei paesi aderenti la Comunità Europea, di recuperare l’IVA pagata a fornitori esteri su acquisti di prodotti e servizi, con la presentazione di domande di rimborso, inoltrate ai Ministeri Esteri. E’ inoltre possibile recuperare l’IVA pagata anche a fornitori di: SvizzeraNorvegia e Principato di Monaco, grazie ad accordi di reciprocità.

A titolo esemplificativo, segnaliamo alcune tipologie di costi soggetti all’ IVA europea:

  • Servizi fieristici
  • Prestazioni e servizi relativi a beni immobili
  • Lavorazione su stampi o beni strumentali
  • Interventi su beni in garanzia e sostituzioni
  • Organizzazione eventi

In particolare l’IVA rimane applicata sulle spese di trasferta aziendali, sostenute durante l’anno per ogni esigenza, a titolo semplificativo:

  • Trasferte rappresentanti
  • Trasferte per clienti e/o terzi
  • Trasferte Tecnici per montaggio e installazione di beni venduti
  • Assistenza posta vendita clienti e verifiche tecniche
  • Seminari, convention, ecc.

Costi quali:

  • Hotel e Ristoranti
  • Carburante e pedaggi autostradali
  • Riparazione mezzi di trasporto ecc.

La procedura di richiesta di rimborso IVA estera è disciplinata da normativa europea e da specifici regolamenti dei singoli Stati membri UE. Ogni paese ha regole diverse sulla deducibilità dell’IVA sulle singole voci di spesa. Cash Back Italia srl cura preparazione, presentazione e gestione delle domande di rimborso, seguendone tutto l’iter amministrativo.

La scadenza legale per la presentazione delle domande per l’anno 2016 è il 30/09/2017, per Svizzera e Norvegia il 30/06/2017.

Vi ricordiamo che è già possibile presentare le domande di rimborso IVA 2016, dal 01/01/2016, quanto prima si presentano le domande, tanto prima le richieste accolte vengono rimborsate.

Cash back Italia Srl

Altre news...